Il Cibo Essiccato

ortaggi essicati (Renato Corradi)

L’essiccazione del cibo è tornata di gran moda perché facile, naturale e vintage ! Le proprietà organolettiche e nutrizionali degli alimenti non vengono alterate ed il cibo non subisce nessun intervento di tipo chimico nè viene sottoposto all’aggiunta di conservanti o di altre sostanze artificiali.

Infatti, l’essiccazione determina in maniera naturale l’eliminazione dell’acqua contenuta negli alimenti ed in questo modo si  inibisce lo sviluppo di microbi e si previene l’ossidazione dei cibi. I cibi possono essere conservati più a lungo nella dispensa e la loro consistenza cambia concentrando tutto l’aroma ed il gusto.

Come si essiccano gli alimenti?

Il Sole può aiutarci ma non è certamente il sistema più efficiente perché spesso al tramonto si rischia di lasciare a metà il lavoro di essiccazione; i cibi si reidratano parzialmente e la qualità viene compromessa.

Ed allora il metodo più semplice per essiccare i cibi (frutta, verdura, erbe, funghi…) prevede l’utilizzo di un elettrodomestico di dimensioni variabili chiamato essiccatore. Utilizzando un essiccatore è possibile evitare non solo polvere, insetti e contaminazioni, ma anche una essiccazione aggressiva a causa di raggi solari troppo forti che alterano le proprietà nutritive ed organolettiche (…. la vera essiccazione naturale è sempre avvenuta all’ombra!).

Facciamo largo uso di questo metodo e cominciamo ad essiccare verdura e frutta fuori stagione: pomodorini, fichi, funghi, zucca…..e ancora datteri, uva, erbe proprio come facevano gli Egizi, rinnovando una tradizione millenaria che non ci abbandonerà mai, convivendo in perfetta armonia con la tecnologia del nostro tempo.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email