Sedani di Avena alla Palamita

Sedani di Avena (Renato Corradi)

Tempo di preparazione:

diff-1 Difficoltà: Facile

Porzioni: 2

Ingredienti

  • 400 gr Sedani di avena
  • 2 Cipolla piccole
  • 4 Filetti di Palamita conservati in olio extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 Pomodorini freschi oppure polpa di pomodoro
  • Prezzemolo
  • Sale q. b.
  • 1 Litro e mezzo di acqua minerale

Procedimento

  1. Mettere dell’olio EVO in padella insieme alla cipolla tagliata finemente.
  2. Far ammorbidire per circa un minuto
  3. Aggiungere quattro filetti di Palamita
  4. Lasciare su fuoco debole per 2 – 3 minuti
  5. Sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco secco
  6. Aggiungere i pomodorini freschi oppure polpa di pomodoro
  7. Cuocere per 20 minuti
  8. Aggiungere il prezzemolo
  9. Contemporaneamente si prepara la pasta: in un litro e mezzo di acqua minerale far sbollentare una cipolla per alcuni minuti
  10. Adagiare la pasta in una padella e scaldare per alcuni secondi
  11. Aggiungere nella padella l’acqua minerale in ebollizione fino a cottura al dente raggiunta.
  12. Scolare la pasta.
  13. Aggiungere il sugo ed impiattare.

                     Si abbina vino bianco secco freddo; un Greco di Tufo o un Vermentino di  Sardegna.

La Palamita è un pesce pelagico diffuso nel Mediterraneo che possiede qualità organolettiche simili a quelle del tonno, ma le sue carni hanno un sapore più deciso. È ricchissima di Omega 3. Gli esemplari pescati nel tardo autunno si prestano bene alla conservazione in olio extravergine di oliva analogamente a quanto succede con le carni di tonno. E’ curioso sapere come le sue scaglie vengano usate nella cucina giapponese per produrre il brodo “dashi”.